keyliampie
25 things i wish i realized while i was still in highschool
  1. That zit on your cheek literally does not matter
  2. Skipping class one time will not ruin your entire life
  3. The boy you’re trying so hard to impress will mean nothing to you in a year
  4. Bring coffee to school and ignore people who make fun of it
  5. Bring a snack, too. Don’t care if people hear you eating in class.
  6. Being popular isn’t and will never be something that seriously defines who you are
  7. Appreciate your teachers
  8. Doing/not doing drugs doesn’t make you cooler than anyone else.
  9. Neither does drinking
  10. Talk to the kid sitting alone; even though it may not change your life it could drastically change theirs
  11. Participate in school events
  12. Wear sweatpants everyday
  13. Or wear a dress everyday
  14. Wear whatever makes you comfortable
  15. Nobody will laugh at you if you sit alone at your lunch table for five minutes
  16. Utilize the library
  17. Don’t wait 20 minutes to text someone back just to seem cool
  18. Tell your friends how much you love them
  19. Cherish your free textbooks… seriously
  20. Help confused freshmen, be nice to them. Remember how much you would have appreciated it a couple years ago
  21. Compliment the other girls in the bathroom
  22. That fight you had with your mom really isn’t that big of a deal
  23. It’s okay to cry
  24. Don’t let your desire for a romantic relationship stop you from forming platonic relationships
  25. Remember that life does go on

(via tomlinbooties)

venerdì 17: per le persone superstiziose è sempre stato il giorno mondiale della sfiga che può andare da un brutto voto a qualcosa di irreparabile, mentre per altri è un classico venerdì assolutamente normale. Fino ad oggi sono sempre stata d’accordo con il secondo genere di persone, ma credo di cambiare idea. Non sono mai stata una ragazza superstiziosa, anzi ho sempre preso in giro la gente che stava attenta se un gatto nero attraversava la strada o se si disperava se si rompeva uno specchio, ma credo che forse non ha tutti i torti. che sia destino o coincidenza o sfortuna il venerdì 17 non mi ha mai portato così tante cose negative come oggi. Sono sempre stata attenta a parlare, riflessiva e estremamente capace di censurare i pensieri che possono fare del male a chi mi sta attorno fino a qualche giorno fa. Come dice il personaggio di John Green, Hazel Grace Lancaster, sono una granata. Ma invece di esserlo per quanto riguarda la mia morte, io lo sono con le parole. E credo di avere appena capito che le parole possono fare più male di uno schiaffo e possono portare alla rovina di un rapporto che sia tra due innamorati o tra due migliori amiche.. io ho appena provato il secondo caso. Ho detto delle cose orribili e me ne pento amaramente, ma a volte essere criticata dalla persona alla quale devi una marea di cose porta a dei comportamenti orribili. Con questo non intendo giustificarmi, ma ho sempre pensato che le persone che ti amano tendono ad apprezzarti, ma solo perchè lo faccio io non significa lo facciano tutti, anche se con il mio comportamento non ho affatto apprezzato, chi direbbe mai alla propria migliore amica “sei come una cheerleader che disprezza i più insicuri”?. Insomma grazie alla mia mancanza di frenarmi e grazie al venerdì 17 ho appena portato al limite l’unica persona che conosce la mia depressa vita e che riesce a entrare nella mia pazza mente… l’unica persona con  la quale posso essere me stessa e l’unica che credo teneva a me. Non credo affatto lei sia ciò che le ho detto ma purtroppo ho solo peggiorato le cose e vorrei poter tornare indietro nel tempo per riparare tutto. Chi altri potrebbe conoscere tutto ciò che ho fatto e non prendermi per pazza?  La sua amicizia è la cosa migliore che ho e la sto buttando con i miei fottutissimi problemi. Le devo tutto e non so come farei senza di lei ma il fatto che io l’abbia congelata mi fa estremamente star male e vorrei non averlo fatto perchè questo mi fa sentire ancora più cattiva di quanto io non sia già. Vorrei sparire lei non merita quelle parole perchè è una delle persone più buone che esistano, altruista e che si mette sempre da parte per gli altri. Vorrei tutto come prima ma per colpa della mia stupidità non sarà mai più come in passato quindi grazie venerdì 17 hai rovinato la mia fottutissima vita.

E per quanto riguarda te migliore amica mia, scusa per tutto ti voglio bene e non meriti ciò che ho detto quindi perdonami tanto, grazie per tutto e hai ragione: ti devo la vita, ma un adesivo non è abbastanza per ricompensarti, ma le mie parole sono state un pessimo modo per sdebitarmi. Ti voglio tanto bene amica mia.